Aree abbandonate: Prevenire si può.

Aree abbandonate: Prevenire si può.

Chiunque di noi vorrebbe avere a disposizioni spazi verdi ben curati e sicuri, nei quali trascorrere i propri momenti di pausa, magari osservando tranquilli i bambini giocare. Ma gli spazi verdi pubblici sono spesso mal curati o addirittura abbandonati. Tale trascuratezza fa sì che queste aree vengano lasciate all’abusivismo, segnando il passo al degrado e all’abbandono. Le soluzioni percorribili per risolvere questo problema passano tutte da un fattore fondamentale. Infatti, qualsiasi iniziativa venga intrapresa necessita dell’impegno di chi la assume, fosse anch’esso un impegno economico. La soluzione a questo problema collettivo potrebbe essere quella di sfruttare i Servizi Fiduciari.

Invece di lasciare che situazioni di abbandono e di degrado continuino a sfuggirci di mano, forse è necessario predisporre un’azione di controllo preventiva, anche tramite l’ausilio di Agenzie di Vigilanza. Il rispetto di tutta la comunità nei confronti dell’ambiente e il rispetto di ogni cittadino verso gli spazi pubblici,

Continua

Gli sgomberi dei palazzi occupati dai migranti

Gli sgomberi dei palazzi occupati dai migranti

L’INCUBO DELL’IMMIGRAZIONE NON HA FINE: AL VIA LO SGOMBERO DEI PALAZZI OCCUPATISembra proprio che l’occupazione di palazzi da parte di centinaia di migranti, provenienti per la maggior parte dall’Africa settentrionale, sia un incubo dal quale l’Italia non è capace di risvegliarsi. A Milano la situazione è e rimane a dir poco critica, crescente il degrado nella città, e l’indignazione della popolazione di fronte a questo problema, rimasto irrisolto ormai troppo a lungo, non fa che aumentare.

Nei quartieri milanesi questi palazzi sono stati ribattezzati con il nome di alberghi fuorilegge. Gli ultimi due sgomberi risalgono al mese di giugno e luglio, con la liberazione dell’ex hotel di via Lampedusa alla periferia sud e della ex scuola media Pavoni di via Crespi 40, nei quali risiedevano circa trecento migranti provenienti dal Nordafrica e da altri Paesi come Ghana e Gambia.

Tuttavia, il problema dell’occupazione dei palazzi milanesi è tutt’altro che risolto.

Continua

La posizione dell’Unione Europea sulle quote Immigrazione

La posizione dell’Unione Europea sulle quote Immigrazione

Gli ultimi tre anni hanno visto emergere in modo prepotente il problema dell’immigrazione verso le coste di Italia, Grecia e Spagna, paesi maggiormente esposti a causa della vicinanza con le coste della Libia, fronte da cui partono i migranti. Come si è posta l’Europa di fronte a questa emergenza?L’intervento dell’Unione Europea di fronte al problema dell’accoglienza dei migranti è stata più volte posta dall’Italia, infatti, il diritto internazionale richiede di prestare soccorso ai migranti in mare, ma non sempre l’Unione Europea è stata disposta ad aiutare i Paesi maggiormente esposti. Ciò è dovuto soprattutto alle diverse posizioni dei Paesi membri.
Se Austria e Svezia hanno accolto numerosi migranti, la Germania inizialmente ha mostrato una certa sensibilità e in seguito ha cambiato posizione, mentre l’Ungheria non ha mai dimostrato particolare disponibilità.Per cercare di riequilibrare le posizioni è intervenuta l’Unione Europea che ha deciso di attuare la relocation, cioè la ricollocazione dei … Continua

La Scuola dell’Infanzia e il benessere dei Bambini

La Scuola dell’Infanzia e il benessere dei Bambini

Negli ultimi anni alcuni contesti educativi, in particolare la scuola dell’infanzia, sono stati oggetto di un maggiore interesse, in virtù della promozione del benessere per i bambini. Se la scuola dell’infanzia oggi riveste un ruolo importante nella vita dei bambini, è perché abbiamo assistito ad un profondo cambiamento socio culturale delle abitudini della vita familiare quotidiana.

Oggi il numero delle madri che lavorano è aumentato notevolmente, e questo ha portato ad una maggiore fruizione del modello educativo proposto dalla scuola dell’infanzia. La stessa metodologia della scuola è cambiata, adeguandosi alla crescita della frequentazione di questo contesto da parte dei bambini. Infatti le caratteristiche dei servizi educativi offerti dalla scuola dell’infanzia sono evoluti rispetto a qualche decennio fa, quando questo contesto era vissuto come un luogo altro dalla famiglia.

Attualmente questo sistema è basato sulla necessità di interazione tra la famiglia e la scuola, con l’obiettivo di costruire una rete di … Continua


Come Rottamare la propria Auto

Come Rottamare la propria Auto

Dal 5 Febbraio 1997 per rottamare una vecchia auto è diventato obbligatorio rivolgersi esclusivamente ad aziende di rottamazione auto autorizzate. Infatti, è vietato improvvisare metodi fai da te o lasciarla marcire in zone pubbliche o private. Il motivo è molto semplice, un’auto è ricca di componenti che possono inquinare gravemente l’ambiente, per questo motivo sono necessarie procedure specifiche e servono strumenti adeguati.

Se ti trovi in questa situazione sai quindi che devi rivolgerti ad uno dei tanti centri di autodemolizioni del nostro paese e, devi avere a portata di mano la carta di circolazione oltre che il certificato di proprietà. A questo punto chi se ne occuperà provvederà a rilasciare una certificazione di rottamazione che ti solleva da ogni responsabilità. Ricorda solamente che questo documento deve essere conservato per almeno 10 anni. Prima di rivolgerti ad un autodemolitore piuttosto che ad un altro, è bene sapere alcune cose che ho … Continua


Abbigliamento Usato Online

Abbigliamento Usato online

Spesso vediamo gli abiti usati come un qualcosa che non ci appartiene, come uno scendere in basso. Dipende dai punti di vista, perché oggi parliamo di uno ShowRoom che ricerca, seleziona, igienizza, accomoda e ripropone sul mercato una serie di capi di Abbigliamento Usato vintage e luxury che non hanno nulla a che vedere con degli stracci. Vi sarà facile comprendere come ciò non c’entri nulla con le bancarelle bensì con la possibilità per tutti di utilizzare un capo qualitativamente migliore e con un vissuto e una storia che raccontano le tendenze dell’epoca e quelle attuali.
È impensabile infatti vestire per una vita intera un capo d’abbigliamento firmato che, per sua natura, durerà molto di più delle nostre possibilità di sfoggiarlo quante volte merita davvero. E allora perché buttare quando è possibile riciclare? Da questo nasce il lavoro di Paola, che gestisce il negozio eBay “Private Collections Italia“, … Continua


Vigilanza Privata a Tutela delle Imprese

In considerazione dell’aumento sempre crescente di furti e violazioni, non solo nelle case o nelle ville delle località di villeggiatura, è sempre più importante considerare di mettersi in sicurezza, anche per uffici e aziende, che spesso custodiscono, oltre a beni ed incolumità delle persone, anche preziosi dati sensibili. A fornire apporto ai sistemi di videosorveglianza e agli impianti di domotica, nonché ai più comuni sistemi di allarme vi è oggi la cosiddetta vigilanza privata, svolta da operatori del settore e guardie giurate, che può essere di tipo armata o non armata.
Anche il governo ha dovuto riconoscere l’importanza di tali istituti, non fosse altro per l’aiuto fornito agli organi di pubblica sicurezza in situazioni di pericolo, così sono molte le normative che autorizzano e stabiliscono che gli istituti di vigilanza privati possono esercitare attività di sorveglianza per garantire la sicurezza degli utenti privati, in particolare a fare da garante … Continua


Ronde di Quartiere

Le Ronde di Quartiere contro la Criminalità

La mancanza di sicurezza che caratterizza in particolare i grandi centri urbani, ha spinto negli ultimi tempi sempre più cittadini esasperati a decidere di organizzare ronde di quartiere.

Uno dei casi più eclatanti degli ultimi tempi è stato quello che ha visto protagonisti i cittadini della Bolognina, il quartiere di Bologna già noto alle cronache per aver fatto da teatro alla famosa svolta con cui Achille Occhetto decise di abbandonare il comunismo, dando vita al Partito Democratico della Sinistra. In questo quartiere, storicamente orientato a sinistra, cittadini e commercianti hanno deciso di rispondere alla mancanza di sicurezza dando vita appunto a quelle ronde di quartiere che pure sono state a lungo indicate come un cavallo di battaglia della destra.

Il degrado in atto alla Bolognina, testimoniato da centinaia di arresti e oltre 350 denunce per episodi di microcriminalità nel corso del 2015, hanno addirittura spinto l’amministrazione comunale ad evocare l’intervento … Continua


Creatività e Piccole Imprese combattono la Crisi

Sconfiggere uno dei mali dell’attuale società italiana, ovvero la crisi economica: è stata questa la missione che è riuscita a portare a termine una piccola azienda situata nella periferia di Roma.
Le bomboniere confezionate in questo caso, hanno salvato l’impresa che è riuscita ad uscire dalla crisi che, ancora ad oggi, attanaglia il paese.
Merito anche della sponsorizzazione delle bomboniere online, frutto di diversi investimenti andati a buon fine.

Nata durante gli anni Novanta, l’impresa è sempre riuscita a vivere un’esistenza serena: la realizzazione delle bomboniere, create e composte in maniera classica e ricche di dettagli, sono riuscite a salvare la vita a questa piccola attività.
La voglia di imprimersi e soprattutto di sconfiggere il nemico della recessione ha avuto la meglio: questo grazie anche all’aiuto delle nuove tecnologie e soprattutto grazie al web, è stato possibile far conoscere i lavori di tale azienda.

La fantasia, e la voglia … Continua


L’immigrazione è davvero una risorsa?

I fatti di cronaca degli ultimi mesi hanno riproposto con veemenza il problema dei flussi migratori dall’Asia e dall’Africa verso l’Europa. Attualmente qualsiasi dibattito politico a tutti i livelli, da quello locale a quello nazionale ed europeo, non può prescindere da questo tema: c’è chi ritiene l’immigrazione una risorsa, chi un evento ciclico e strutturale tipico di tutte le popolazioni, chi lo considera un problema dal quale difendersi.

Osservando il fenomeno da un punto di vista storico, si può notare come nel corso dei secoli intere comunità si siano spesso messe in cammino con l’obiettivo di trovare luoghi dalle condizioni abitative più agevoli dove potersi insediare. Gli spostamenti delle popolazioni sono stati causati da carestie, condizioni climatiche sfavorevoli, guerre e persecuzioni. Nei tempi più recenti, si possono trovare casi come quello della Germania, che negli anni della crescita industriale del dopoguerra ha esplicitamente richiesto forza lavoro dai paesi mediterranei dell’Europa … Continua


grate-di-sicurezza

Quando l’Artigianato aiuta la Sicurezza

Cosa ha che fare una ditta artigianale locale con la sicurezza sul territorio? Semplice, oltre a rappresentare un importante risorsa per l’identità lavorativa nostrana, costruisce strumenti per la protezione di aree e immobili, in considerazione dell’aumento di furti e violazioni in città quest’anno. E’ il caso di un’impresa che fabbrica Inferriate e Cancelli lavorati a mano e su misura. Infatti, un fabbro produce creazioni artistiche oltre che utilissime; come inferriate per finestre, grate di sicurezza, cancelli in ferro, e tanti altri articoli necessari per proteggere la propria casa, gli ambienti o la propria ditta. Per protezione si intende la sicurezza di abitare e di vivere tranquilli nei propri immobili senza temere intrusioni o ladri. Ecco che allora insieme ai dispositivi di allarme sono consigliati anche questi prodotti artigianali in ferro battuto. Ma vediamo insieme come difenderci al meglio.

Il mestiere del fabbro è molto antico, ma indispensabile anche al giorno … Continua


quartiere

Ripartire con l’iniziativa dei Retake

Ci ha provato già Roma, dando dimostrazione all’Italia intera che i cittadini possono e devono fare qualcosa per rendere più vivibile possibile la propria città. Il Retake è l’iniziativa del futuro, quella che tutti i comuni dovrebbero perseguire per intervenire lì dove le istituzioni sembrano non essere interessate. Il discorso vale soprattutto per i piccoli comuni, quelli veramente dimenticati, per i quali nessuno sogna di far qualcosa. Nessuno, tranne i cittadini, appunto. Sono loro che, armandosi di buona volontà e, soprattutto, di rendere migliore il posto in cui vivono, possono intraprendere la strada del Retake. Il termine non è scelto a caso: dall’inglese, retake vuol dire “riprendere” e fa riferimento alla possibilità di recuperare le aree degradate della propria città e di restituirle ai cittadini affinchè siano essi stessi a ridare loro nuova vita. E’ questa l’iniziativa proposta a Roma ed è questa l’intenzione che si vuole diffondere capillarmente nel … Continua