Gli sgomberi dei palazzi occupati dai migranti

Gli sgomberi dei palazzi occupati dai migranti

L’INCUBO DELL’IMMIGRAZIONE NON HA FINE: AL VIA LO SGOMBERO DEI PALAZZI OCCUPATISembra proprio che l’occupazione di palazzi da parte di centinaia di migranti, provenienti per la maggior parte dall’Africa settentrionale, sia un incubo dal quale l’Italia non è capace di risvegliarsi. A Milano la situazione è e rimane a dir poco critica, crescente il degrado nella città, e l’indignazione della popolazione di fronte a questo problema, rimasto irrisolto ormai troppo a lungo, non fa che aumentare.

Nei quartieri milanesi questi palazzi sono stati ribattezzati con il nome di alberghi fuorilegge. Gli ultimi due sgomberi risalgono al mese di giugno e luglio, con la liberazione dell’ex hotel di via Lampedusa alla periferia sud e della ex scuola media Pavoni di via Crespi 40, nei quali risiedevano circa trecento migranti provenienti dal Nordafrica e da altri Paesi come Ghana e Gambia.

Tuttavia, il problema dell’occupazione dei palazzi milanesi è tutt’altro che risolto. Rimangono infatti occupate la struttura di via Pizzigoni, che una volta era una scuola media, e l’ex deposito di farina dell’azienda Molini-Certosa, situato tra le vie Chiesa Rossa e De Sanctis.

LO STOP AGLI SGOMBERI DOPO LA GUERRIGLIA A ROMA

Dopo la guerriglia di giovedì di Piazza Indipendenza, caratterizzata da scontri fra rifugiati e le forze dell’ordine, il Ministero dell’Interno ha deciso di alzare la voce: stop agli sgomberi, fino a che non si trova una soluzione abitativa per i migranti. Bombole a gas scaraventate in strada, getti d’acqua addosso ai rifugiati, e funzionari di polizia che ordinano di spaccare delle braccia, sono episodi che non si dovranno mai più ripetere. Secondo Ministero dell’Interno, si tratta di una regola di buon senso, e non rimarrà l’unica.

Mai più migranti buttati fuori dai palazzi in modo disumano, soprattutto se non sarà garantita loro una soluzione alternativa.

Nel frattempo la situazione in città continua a rimanere tesa, ed il problema dell’occupazione abusiva dei palazzi continua a sussistere. Quando si riuscirà finalmente a trovare una soluzione? Staremo a vedere.

Uova sotto inchiesta: Quali sono i rischi.
Aree abbandonate: Prevenire si può.